Home | Chi siamo | Dove siamo | Contatti
Servizi
Novità / Comunicazioni
Documenti e Modulistica
Notiziario
Per aderire
Link utili
Bacheca annunci
Articoli
Tabella ISTAT
NOVITÀ / COMUNICAZIONI
COMUNICATO STAMPA Il piano salva-casa: Salvini accoglie il progetto dell'U.P.P.I.


COMUNICATO STAMPA: Case green, il Parlamento Europeo vota la versione morbida ma sempre costosa per i piccoli proprietari


IL SUPERBONUS È FINITO E LE SUE MACERIE PESANO SUI PICCOLI PROPRIETARI: L'UPPI REAGISCE E AIUTA CHI HA BISOGNO




ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA

APPALTI E CERTIFICAZIONI ENERGETICHE: LE NUOVE REGOLE

 

Con l’approvazione definitiva delle Commissioni Industria e Finanze del Senato il decreto Destinazione Italia è diventato legge, dunque sono diventate operative le novità per professionisti e imprese relative ad appalti e certificazioni energetiche.

 

 

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA

 

Per quanto riguarda l’APE, i contratti di compravendita e affitto conclusi senza allegare l’attestato rimarranno validi, ma entro 45 giorni sarà necessario fornire il documento, pena l’applicazione di una multa:

 

·                          in generale da € 3.000,00 a € 18.000,00;

·                          per locazioni di singole unità immobiliari tra € 1.000,00 a € 4.000,00;

·                          per contratti fino a tre anni la sanzione potrà essere ridotta della metà.

 

Ricordiamo che le sanzioni dovranno essere pagate da entrambe le parti, parti in solido e in parti uguali e che comunque l’Attestato di Prestazione Energetica dovrà essere allegato al contratto, anche dopo il versamento della multa. La Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Entrate si occuperanno di effettuare i dovuti controlli. L’APE non è invece obbligatoria nei casi in cui l’immobile venga concesso in uso gratuito.

 

fonte dell' articolo: pmi.it

 



>> elenco completo